7 Marzo 2024

Ipercriticismo e nitpicking: le critiche eccessive ci danneggiano

Nella società moderna, siamo spesso bombardati da ideali irrealistici di perfezione. Questo può portare a un fenomeno diffuso ma dannoso noto come ipercriticismo, un atteggiamento severo verso noi stessi. Affrontare l’ipercriticismo è essenziale per una crescita personale sana e un benessere psicologico ottimale. Scopriamo insieme di più.

Nella vita di tutti i giorni di frequente tendiamo a mettere in atto critiche negative sia verso di noi sia verso gli altri e/o le situazioni che viviamo.

Se da un lato può sembrare un fenomeno naturale e transitorio legato a un periodo di nervosismo, ci sono alcuni aspetti da non sottovalutare. È difatti molto comune la possibilità di cadere vittima del nitpicking o ipercriticismo.

Quest’ultimo tende a manifestarsi quando valutiamo noi stessi e/o le persone attorno a noi con estrema severità. In breve ogni scusa sembra diventare valida per:

  • darci contro,
  • evidenziare gli errori in modo eccessivo e punitivo;
  • fossilizzarci sulle imperfezioni personali;
  • porre ogni azione altrui sotto una lente d’ingrandimento;
  • giudicare arrivando a denigrare e umiliare.

È così che in un attimo alimentiamo un circuito negativo e soffocante fatto di giudizi, critiche e commenti malevoli che tolgono l’ossigeno attorno a noi.

Foto di Amir Geshani su Unsplash

Dove ci porta l’ipercriticismo?

Non nasciamo ipercritici ma di certo nel tempo possiamo diventarlo rischiando di ripetere e mettere in campo gli stessi schemi che ci stanno facendo male. Il nostro ipercriticismo può dipendere da diversi fattori.

Ad esempio potremmo aver sviluppato standard irrealistici che ci hanno imposto altri o che ci siamo dati direttamente noi. Potremmo poi aver vissuto esperienze passate di fallimento e/o critiche punitive.

Il problema è che nel lungo periodo la tendenza all’ipercriticismo e al continuo giudizio negativo rischia di compromettere la nostra salute mentale. Il nostro benessere emotivo inizia dunque a traballare e possiamo sperimentare:

  • ansia,
  • depressione,
  • bassa autostima,
  • inadeguatezza.

Senza poi dimenticare che il nostro essere ipercritici può interferire con le nostre relazioni interpersonali danneggiandole e portandole persino alla loro conclusione.

Nella pratica quindi doverci confrontare con l’ipercriticismo può impedirci di perseguire i nostri obiettivi personali e di vivere una soddisfazione autentica.

Cosa possiamo fare allora se ci accorgiamo di essere ipercritici e di adottare il nitpicking? Quali strategie ci possono aiutare nella vita di tutti i giorni?

Il primo consiglio è quello legato all’esplorazione di noi stessi e all’osservazione dei nostri meccanismi o schemi comportamentali.

Più riusciamo a diventare consapevoli e più abbiamo l’opportunità di riconoscere quando e come scatta l’ipercriticismo. In questo dunque ci aiuta anche la pratica della mindfulness.

Andiamo oltre alle critiche, ampliamo lo sguardo

Un secondo passo essenziale è iniziare a sperimentare l’autocompassione o self compassion. Un cambio di prospettiva potente questo che ci aiuta a trattarci anche con più rispetto, amore e gentilezza come possiamo leggere in questo articolo.

A tal proposito un approccio capace davvero di cambiare ogni cosa è la volontà di porre attenzione al nostro linguaggio. Chiediamoci:

  • come mi parlo?
  • Uso parole di gentilezza e rispetto nei miei confronti?
  • Come mi comporterei con una persona a cui voglio bene?

Proprio a partire da quelle risposte possiamo scegliere di trasformare il nostro dialogo interiore perché sia incentrato sul non giudizio e sulla compassione.

Concludendo dobbiamo sempre porre l’accento sull’accettazione di noi stessi e di chi ci è vicino. L’ipercriticismo tende a volerci far vedere tutto in modo negativo, ogni cosa appare sbagliata e malfatta.

Il punto fondamentale su cui focalizzarci è invece questo: le critiche che leggiamo in noi e sugli altri non sono la realtà, sono schemi che anche inconsciamente stiamo replicando e applicando.

Noi possiamo iniziare passo a passo a riconoscerli e cambiarli abbracciando in modo profondo noi stessi, i nostri limiti, il nostro vissuto. Le nostre emozioni.

Siamo esseri umani, imperfetti e meravigliosi a prescindere. Meritevoli tutti di vivere bene cercando di avvicinarci il più possibile al nostro ideale di soddisfazione.  

Stai attraversando un momento di difficoltà? Vuoi riscoprire la serenità e la soddisfazione nella vita quotidiana? Contattami e iniziamo insieme un percorso per il tuo benessere.

0 likes Blog
Share: / / /

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: